Cooperativa Le Lagune


Vai ai contenuti

Sant'Andrea

Le Aziende

La S.I.L.V.A. s.r.l., Società Incremento Vallivi Agrari, è ormai da circa sessanta anni proprietaria dell'isola di Sant'Andrea e l'ha adibita ad azienda agricola e ad azienda faunistico-venatoria.
L'isola appartiene al cordone di isole che separano la laguna di Grado e Marano dal mare Adriatico ed inserita tra i siti d'importanza comunitaria (S.I.C.) e tra le zone di protezione speciale (Z.P.S.).

Il territorio, procedendo dal mare verso la laguna, è caratterizzato dalla spiaggia, dalla duna litoranea di quota poco superiore ai 3 m sul livello medio del mare, dall'ambiente retrodunale, generalmente arginato verso la laguna e adibito a coltivi, boschetti, valli da pesca, incolti e dall'ambiente barenicolo.
La vegetazione naturale presente sull'isola è prevalentemente di tipo erbaceo.
Negli specchi acquei della valle da pesca si notano formazioni sommerse a Ruppia marittima, che concorrono all'alimentazione di un discreto numero di uccelli acquatici.
La vegetazione arborea ha invece origini antropiche e consiste in macchie e boschetti di pino e leccio. La tipologia ambientale è quindi molto varia, con alta biodiversità. Infatti su un territorio relativamente poco esteso coesistono zone umide di acqua dolce, zone umide salate, ambienti aridi, macchie boschive, prati e zone agricole.
L'isola di Sant'Andrea comprende sia una fauna legata alla presenza di zone particolarmente selvagge, come gli ampi spazi di bagnasciuga marino, di velma e di barena, sia una fauna più legata alle zone destinate ad attività silvo - agricola - valliva.
L'isola ha sicuramente un ruolo strategico per la sosta degli uccelli durante le migrazioni.
Tra le specie nidificanti, le più importanti per consistenza o per interesse faunistico sono il gabbiano reale (in forma coloniale), il cigno reale, la volpoca, l'oca selvatica, il germano reale, la folaga, la gallinella d'acqua, il tuffetto, la beccaccia di mare, il falco di palude, il gufo comune, il succiacapre, il rigogolo, l'occhiocotto e, recentemente, il colombaccio.
Tra le specie stanziali anche d'interesse venatorio, troviamo la lepre comune, il fagiano e la pernice rossa.
L'isola con la sua azienda agricola di circa 150 ettari possiede quindi notevoli ricchezze e potenzialità, a disposizione del cittadino che desidera visitarci: un ambiente ad elevata naturalità e dal paesaggio affascinante, la possibilità di fruire dell'antistante spiaggia per la balneazione estiva, una valle da pesca arginata da ristrutturare, ricca di fauna migratoria e stanziale, un oliveto dal quale si ricava dell'ottimo olio, un piccolo porticciolo e alcuni fabbricati che possono essere convertiti a strutture ricettive.


Cel. 333 1423244

 

Home page | Chi siamo | Territorio | Le Aziende | Le Valli da pesca e la Molluschicoltura | Prodotti e Territorio | Ordina i prodotti | Prenota i servizi | Il Pesce... un mare di "segreti" | Dove siamo | Pagina Riservata | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu