Cooperativa Le Lagune


Vai ai contenuti

Le Valli da pesca e la Molluschicoltura

La vallicoltura è una delle forme di allevamento di pesce fra le più antiche. Essa risale agli antichi romani i quali utilizzavano anfratti di costa nei quali racchiudere spazi di mare da adibire all'allevamento di pesci come orate, anguille, murene ma anche granchi, astici, aragoste ed ostriche.
La valli da pesca della Laguna di Marano e Grado sono caratteristiche per la loro ridotta estensione (qualche decina di ettari) e per essere posizionate nell'area più settentrionale del mar Mediterraneo. Le peculiarità unite ad una sapiente gestione integrata del territorio hanno dato vita alla vallicoltura che consiste essenzialmente nel richiamo stagionale di giovani esemplari di specie di alto pregio commerciale ed il loro accrescimento in condizioni naturali.
Attualmente, ad integrazione del patrimonio naturale, vengono eseguite delle semine di giovani avannotti provenienti da centri specializzati dove avviene la riproduzione controllata ed il primo svezzamento degli avannotti.
Nel caso della
molluschicoltura, allevamento di mitili, vongole e ostriche, ci troviamo di fronte ad una situazione particolare in cui tali organismi si accrescono sfruttando il plancton vegetale che popola gli ecosistemi marini costieri, potendo comunque raggiungere produzioni per unità di superficie molto elevate.
Negli ultimi anni la tendenza è stata quella di favorire la costruzione di strutture "longlines" in mare aperto.
Di grande rilievo la sorprendente crescita della produzione di vongole, grazie alla felice introduzione della specie filippina che rappresenta oggi il fenomeno innovativo più rilevante sul piano dell'occupazione e dell'economia ittica nazionale.
Parlare del pesce di "Valle", delle vongole veraci coltivate in Laguna di Marano è quindi ricordare i delicati sapori e i profumi della carni succulenti del pesce di casa nostra.

Con la vallicoltura e la molluschicoltura le attività di prelievo vengono integrate e riescono ad essere più responsabili, consapevoli e sostenibili. Ed ecco che i prodotti ittici selvatici e quelli allevati o coltivati come rombi, dentici, spigole, orate, saraghi, pescatrici, sogliole, scorfani, ecc. sono tra i pesci più richiesti dalle tavole dei consumatori, senza dimenticare naturalmente i gustosi crostacei, i molluschi (vongole e cozze tra tutti) e, non certo per ultimi, i pesci più "poveri" delle coste e delle lagune quali passere, ghiozzi, anguille, latterini, cefali e pesce azzurro, vera prelibatezza per i palati più fini.
E' questione di acqua? E' questione di temperatura? O forse è solo l'amore per il Nostro Mare? A Voi la risposta.


Home page | Chi siamo | Territorio | Le Aziende | Le Valli da pesca e la Molluschicoltura | Prodotti e Territorio | Ordina i prodotti | Prenota i servizi | Il Pesce... un mare di "segreti" | Dove siamo | Pagina Riservata | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu